Skip to main content

Whisky, Gin, Vodka, grappe, fanno parte della grande famiglia dei distillati. Sicuramente tutti li hanno degustati più volte nella vita ma per riconoscere davvero i migliori distillati e imparare ad apprezzarli è necessario fare attenzione ad alcune caratteristiche.

Cosa sono i distillati

I distillati possono essere definiti come una miscela di acqua e alcool, ottenuti dalla fermentazione di diversi elementi, principalmente di origine vegetale.

I distillati principali sono, come già detto, il whisky, la vodka e il gin, poi troviamo le acqueviti, i distillati di frutti come la tequila e l’assenzio, i distillati di canna da zucchero come il rum e i distillati di riso.

Ogni distillato ha caratteristiche differenti, in base alle materie prime utilizzate per realizzarlo, ai suoi aromi e sapori.

Come avviene la distillazione

La distillazione permette di separare due o più elementi, attraverso un processo di condensazione dei vapori. Distillare delle sostanze è un’arte tramandata e perfezionata negli anni ed è alla base della realizzazione di alcolici dai sapori e aromi unici.

Il principio della distillazione è il diverso punto di ebollizione degli elementi utilizzati, per esempio: l’acqua inizia ad evaporare a 100° mentre l’alcool a 78°, grazie a questa diversità di temperatura è possibile separarli. Il processo poi viene ripetuto più volte per rendere il prodotto più raffinato.

Le caratteristiche dei migliori distillati

Le caratteristiche che accomunano i distillati di qualità sono la gradazione, che deve essere superiore ai 40° e la bassa presenza di zuccheri, al massimo il 2%. In alcuni casi viene utilizzato il caramello, non tanto per il sapore, quanto per dare alle bevande una sfumatura più calda.

I vari distillati si differenziano invece tra di loro per le materie prime utilizzate, la tecnica di distillazione utilizzata e il periodo di invecchiamento.

Andiamo adesso ad analizzare alcuni dei migliori distillati, tra i più conosciuti, e a distinguerne le caratteristiche.

Grappa

La grappa è uno dei distillati più raffinati e complessi e si produce dalla distillazione delle vinacce, le bucce dell’uva, dopo che quest’ultima è stata spremuta per fare il vino. Per avere una grappa di qualità è fondamentale che al momento della lavorazione, le vinacce siano perfettamente sane e ricche del succo di partenza.

Le caratteristiche delle vinacce di una grappa di qualità dipendono dal vitigno, dal grado di maturazione dell’uva, dalle tecniche di fermentazione, dalla tempestività con cui vengono lavorate dopo la raccolta: basta ritardare anche di poco le tempistiche, per rovinare il prodotto finale.

Una grappa di qualità va servita rigorosamente nel bicchiere a tulipano, riempito fino a metà e la temperatura del distillato deve essere tra i 18 e i 20°.

Rum

Il Rum si produce dalla distillazione della canna da zucchero, la qualità migliore si ottiene solo dal succo della canna, distillato più volte, fino ad avere un prodotto raffinato.

Per assaporarlo al meglio, il rum deve essere bevuto a temperatura ambiente e assolutamente senza ghiaccio.

Whisky

Il Whisky nasce dalla distillazione di orzo, segale e mosto di malto. I whisky migliori sono caratterizzati da un equilibrio tra gusto e aromi olfattivi, nessuno deve prevalere sull’altro e l’alcol non deve mai prevaricare sugli altri: se annusando il whisky sentiamo l’odore dell’alcol, abbiamo un prodotto di bassa qualità.

Il whisky è un distillato che va assaporato a 18-20 gradi, anche in questo caso è da evitare assolutamente il ghiaccio, e si consiglia di accompagnarlo con un bicchiere d’acqua a parte per lavare il palato. Il bicchiere d’acqua è utile anche per enfatizzare il bouquet del distillato, annusando per pochi secondi prima il whisky, poi si “ripulisce” il naso annusando il bicchiere d’acqua, per poi annusare di nuovo in modo più profondo e percepire al meglio gli aromi.

Un whisky di qualità è un momento di piacere per chi lo degusta e può essere abbinato anche a del cioccolato fondente.

Vodka

La vodka si produce distillando i cereali o le patate, spesso si pensa a questo prodotto come a un drink secondario, in realtà ne esistono di altissima qualità ed è proprio la distillazione oltre alla scelta delle materie prime a fare la differenza: una vodka economica viene distillata una volta mentre un prodotto d’élite passa attraverso 5 processi di distillazione. Dopo la distillazione, i prodotti migliori vengono filtrati più volte attraverso il carbone attivo oppure attraverso il quarzo altamente selezionato. Un’altra caratteristica della vodka di qualità è la scelta dell’acqua che può essere distillata o sorgiva, in base alla scelta del produttore.

La vodka migliore va bevuta fredda ma mai ghiacciata e sempre liscia, senza l’aggiunta di ghiaccio. A differenza degli altri distillati non va sorseggiato con calma ma è consigliato berla in un unico sorso.

Un distillato di qualità è un piacere per i nostri sensi e ogni prodotto va degustato sapientemente e apprezzato per le sue caratteristiche.

Drinks & Spirits seleziona per hotel, ristoranti e locali di classe i migliori distillati sul mercato, per rispondere alle esigenze della clientela più rinomata ed esigente.

Scopri i nostri distillati nella pagina Prodotti o contattaci per il catalogo completo e maggiori informazioni.